trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Un’estate al mare…

In Ponti di vista on giugno 14, 2011 at 11:53 pm

Chissà se la tv satellitare mostra anche sulla sponda sud del Mediterraneo gli spot pubblicitari che invitano a scegliere Lampedusa per le proprie vacanze estive. Chissà se internet rilancia anche a Tunisi, Tripoli, in Egitto o in Siria la possibilità di uno splendido soggiorno nell’isola siciliana. Sarebbe l’ennesimo scherzo di cattivo gusto che rivolgiamo a chi dall’altra parte del mare guarda al viaggio verso nord come ad un’ultima – pericolosa – speranza di fronte a guerra, povertà e assenza di prospettive di vita.

Quelle immagini, realizzate per attrarre gruppi di visitatori ad ammirare le bellezze di Lampedusa, hanno un significato ben più forte della semplice reclame acchiappaturisti. Dovrebbero infatti essere il segnale della chiusura di un capitolo – quello degli sbarchi, delle morti in mare, delle condizioni umanitarie disastrose, dell’isola degli immigrati – e l’apertura del successivo che vorrebbe essere caratterizzato dal sole, dagli ombrelloni e dalle acque cristalline.

Scrivevo settimana scorsa, nell’articolo che riguardava l’intervento del Ministro Roberto Maroni e di Emma Bonino al Festival dell’Economia di Trento, di come l’abitudine sia il sentimento ormai ricorrente che segue le tragedie che con cadenza settimanale colpiscono le miglia di mare che circondano il nostro paese – siano esse di competenza italiana, maltese o libica -. Siamo molto bravi ad indignarci, ad arrabbiarci, a lanciare strali contro i presunti colpevoli, dimenticandocene  poi frettolosamente dovendo rincorrere la successiva emergenza sulla quale esprimere un altro parere superficiale e spesso infarcito di demagogia. In un ciclico rincorrersi di polemica e silenzio.

Lampedusa è ancora nella stessa posizione che hanno descritto le centinaia di giornalisti arrivati sull’isola nel momento di maggiore difficoltà. Ponte tra sud e nord del Mediterraneo. Porta dell’Europa per migliaia di persone. Lampedusa è ancora nella stessa situazione fotografata da decine e decine di obiettivi nei mesi scorsi: gli arrivi – di viaggiatori in cerca di fortuna e non di turisti – continuano appena il mare lo permette. Perché non dovrebbe essere così visto cosa succede nei loro paesi di partenza?  Nel momento in cui mettono piede a terra non trovano alberghi all’avanguardia ma una struttura costantemente in overbooking, non attività di intrattenimento ma disorganizzazione e disinteresse. Nel momento in cui lasciano l’isola per essere mandati in qualche altra parte d’Italia incontrano nella migliore delle ipotesi un’accoglienza sommaria e un futuro dai contorni poco chiari, in altri casi ambienti più simili a canili dove vengono rinchiusi, come successo in Basilicata. Altro che villaggio vacanze.

Lampedusa è una cartolina che dovrebbe farci riflettere su quanto il Mediterraneo si stia muovendo e su quanto una sua nuova dimensione politica, economica, sociale e culturale – basata in primis sull’abbattimento delle diseguaglianze esistenti – sia un tema che ci riguarda da vicinissimo. Cartina tornasole di una situazione, quella delle prospettive di vita delle persone che abitano dall’altra parte del mare nostrum e della loro scelta di partire, che non possiamo derubricare a semplice fenomeno stagionale che ha data d’inizio e di fine (con un tasso di cinismo che verrebbe superato solo dalla nostra superbia), ma che dobbiamo assumere come contesto da analizzare con attenzione e rispetto al quale sono necessarie scelte coraggiose e prospettiche, oltre che idee, onestà e risorse. Scelte che, ad oggi, nessuno sembra voler intraprendere.

Da dove iniziare? Certamente non dal remake sbiadito di “Un’estate al mare…”, così come si sta provando a fare in queste settimane. Nemmeno l’originale era granchè.

f.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: