trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Bentornato!

In Ponti di vista on agosto 2, 2011 at 7:49 pm

Jovan Divjak è libero di tornare a Sarajevo. Quando alcuni mesi fa lo incontrammo a Vienna lo trovammo tranquillo, solo dispiaciuto di essere lontano da quella che è diventata negli anni la sua città a dispetto della sua nazionalità. Nonostante sui suoi documenti ci sia scritto che è nato a Belgrado. Dall’altra parte di un confine non solo segnato su una carta geografica. Non tornerà in bicicletta – come ci aveva detto ridendo prima di salutarci – ma mi fa piacere immaginarlo percorrere la periferia sarajevese, dall’aeroporto fin lungo i viali che conducono verso il centro cittadino, le strade che circondano la Baščaršija e infine la salita che conduce fin sulla collina che sovrasta la città, dove ha posto la sede della sua associazione. Percorrerebbe questi chilometri con il sorriso, felice di essere di nuovo a casa.

La “liberazione” di Jovan Divjak – che ovviamente ha dato adito a nuove polemiche da parte della componente serba – arriva in un momento di grande tensione sui confini tra Serbia e Kosovo. Barricate, minacce, rabbia, odio che riemergono a testimoniare ferite che ancora non si sono chiuse. L’Europa tutta – già negli anni ’90 in difficoltà nell’affrontare le questioni balcaniche – ha gli occhi puntati verso altri obiettivi. Attraversata com’è dai venti della crisi economica fatica a mostrare attenzione per un contesto che solo pochi anni fa fa l’ha dilaniata nel profondo. E la storia sembra ripetersi senza che nessuno abbia imparato dai precedenti errori.

Tra poco più di un mese durante un viaggio che mi condurrà tra Bosnia e Serbia cercherò di ascoltare ciò che i miei compagni di avventura – di origine bosniaca, serba e italiana – avranno da dirmi. Sul passato e sul futuro di queste terre. Sul termine giustizia e sul suo significato. Sulle aspettative delle giovani generazioni e sulle possibili strade da imboccare nel tentativo di risolvere conflitti ancora così vivi. Ascolterò ovviamente anche le parole di Jovan Divjak, finalmente di nuovo tra la gente che  ha imparato ad amarlo.

f.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: