trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

MP 2013 – Vigilia nella Capitale.

In MP2013 - Una piccola inchiesta. on gennaio 27, 2013 at 11:09 pm

Saint Charles - Marsiglia11 gennaio 2013 – Lascio Venezia avvolta dalla nebbia. Grigia. Atterro a Marsiglia con un sole che sa di primavera. I colori caldi della terra rossa si scontrano con il mare appena increspato dal maestrale. È un vento freddo, che solo la stagione invernale rende meno profumato, che fa capire – quanto è tagliente – l’anima di questo territorio. Multiforme, affascinante ma anche spigoloso e ruvido. Abdullah Ibrahim suona e accompagna il percorso in bus che mi conduce dall’aeroporto al centro di Marsiglia. Prima di uscire dal terminal butto Corriere e Repubblica. Non mi serviranno.

Venti minuti di superstrada a tre corsie che si conficca dentro la città da nord, attraversando immensi quartieri. Arrivo a Saint Charles. Le scalinate della stazione che dominano Marsiglia sono la mia porta d’ingresso sulla città. In questi giorni abiterò in rue Thubaneau, a due passi da La Canebière. Non perdo un minuto. Lascio valigia e telecamera ed esco subito. Sono curioso. Mi trovo davanti una città ancora piena di cantieri. Gru e impalcature punteggiano le vie intorno al Vieux Port, rumori sferraglianti là dove si stanno installando le strutture per l’imminente inaugurazione.
La Canebière, domani area pedonale, oggi è trafficatissima. Notre Dame de la Garde osserva come sempre dall’alto, illuminata e magica. Il rosa, colore ufficiale della manifestazione, campeggia qua e là senza riempire eccessivamente le strade. Un ricco gioco di luci rende il tramonto affascinante. Marsiglia è città che ama la notte, con tutte le sue contraddizioni, con tutte le sue ombre.

Basta scegliere qualche percorso alternativo, svicolare dalle vie più larghe, per imbattersi nella Marsiglia più autentica. Mediterranea, multietnica, disordinata, conflittuale, storicamente ricca di differenza. Una cultura sporca e autentica, fatta di lingue e tradizioni, di odori e di cibi, di commerci e musiche. Rue du marché des Capucins è zeppa di bancarelle di frutta e verdura, sui suoi lati bar dai nomi italiani, macellerie arabe, pescherie aperte fino a sera, boulangerie e bazar profumati di pane e di spezie. Poco più in alto, salendo verso La Plaine, le vie si fanno più ripide e scure. Sui marciapiedi stretti le sedie di qualche prostituta che aspetta un clinte da far entrare in casa. Marsiglia è politicamente scorretta, a volte impresentabile. E’ Marsiglia, nel bene e nel male.

“Marsiglia non è una città per turisti. Non c’è niente da vedere. La sua bellezza non si fotografa. Si condivide. Qui, bisogna schierarsi. Appassionarsi. Essere per, essere contro. Essere, violentemente. Solo allora, ciò che c’è da vedere si lascia vedere. E allora è troppo tardi, si è già in pieno dramma. Un dramma atipico dove l’eroe è la morte. A Marsiglia, anche per perdere bisogna sapersi battere. […]”. Così racconta la sua città Jean-Claude Izzo in Casino Totale. Non trovo parole più adatte. Sono venuto qui per provare a capire cosa significa per Marsiglia essere Capitale europea della cultura per l’anno 2013. Una grande opportunità economica per uscire da una profonda crisi? Uno stratagemma per volerle ripulire l’immagine e riqualificare il tessuto urbano? Il tentativo – fuori tempo massimo? – di riaprire una riflessione approfondita sui temi del Mediterraneo? Lo proverò a scoprire attraverso alcune interviste e soprattuto immergendomi nel cuore di Marsiglia. Raggiungo alcuni amici al Cafè de Maréchal, beviamo un pastis e mi consigliano di ascoltare due canzoni dei Massilla Sound System, storico gruppo reggae. Una è la colonna sonora ufficiale di MP2013 “Export Import”, che in molti guardano con un certo sospetto, mentre la seconda è un pezzo sulla città dal titolo “Ma ville est malade”. Eccole.

f.

[1 / continua]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: