trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Cattive abitudini

In Ponti di vista, Supposte morali on settembre 11, 2013 at 11:19 am

Paul_Klee_Du_gris_de_la_nuit_surgit_soudain_1Sull’Adige di oggi, 11 settembre, si racconta di una rissa avvenuta lunedì scorso in Piazza C. Battisti e che ha coinvolto alcuni adolescenti. Negli istanti immediatamente successivi ai fatti uscivo dal lavoro ed ero seduto per un caffè in piazza. Non ho assistito alle fasi dell’aggressione, ma solo alle scene successive. Quelle, per intenderci, dell’allontanamento dal bar.
Leggere oggi le parole della madre del ragazzo che ha avuto la peggio che sottolinea il fatto che nessun adulto si sia intromesso, che nessun “mediatore” sia intervenuto per porre fine alla rissa mi ha molto colpito, perché mi ha messo di fronte al fatto che io per primo ho deciso di volgere lo sguardo dall’altra parte, colpevolmente.
Avrei potuto chiedere al ragazzo che ho visto andarsene con la maglia strappata e sporca di sangue se stava bene e se gli serviva una mano. Non lo ho fatto. Avrei potuto parlare con i suoi amici e con i ragazzi presenti per capire cosa era successo e invece sono rimasto zitto. Avrei potuto cercare di calmare il barista che nella concitazione del momento se la prendeva con tutti i ragazzi minorenni presenti nel circondario ma non ho fatto neppure questo. Mi sono tenuto in disparte, ho bevuto il caffè che avevo ordinato e poi ho proseguito verso il successivo appuntamento che mi aspettava. Destino vuole un incontro pubblico per riflettere sulla terribile situazione che sta vivendo la Siria e sulle possibilità di porre fine al conflitto in corso.
Nel percorso che mi separava dalla riunione ho scritto un tweet su quella folta presenza di adolescenti in piazza, che mi è stato spiegato richiamava la Piazza C.Battisti un tempo luogo di ritrovo giovanile per eccellenza. Il giorno successivo ho composto un altro cinguettio con la foto di una lametta da barba lasciata a terra vicino al luogo della rissa, immaginando – preoccupato – potesse essere stata usata il giorno prima. Ho adempiuto così, digitando per i miei followers, ai miei doveri di cittadino? La domanda è ovviamente retorica.
Mentre scrivo mi rendo conto di quanto ci siamo abituati, generalizzo per semplificare, a disinteressarci di ciò che accade attorno a noi. Nella città e nelle vie che abitiamo. Preferiamo spesso non immischiarci o cambiare strada di fronte a qualcosa che ci turba o ci mette in difficoltà. Siamo bravissimi a staccare il nostro io dal vivere collettivo che si muove vicino a noi. Difendiamo la nostra solitudine perché confrontarci con gli altri è difficile, spesso doloroso. Accettiamo volentieri la deresponsabilizzazione, convincendoci che ciò che ci accade davanti agli occhi non ci riguarda. Disattenti, se non addirittura disinteressati. Tutte cattive abitudini del nostro tempo.
Sul mio blog ho scritto decine di volte di mediazione del conflitto (in relazione alla situazione israelo-palestinese oppure alla gestione partecipata degli spazi urbani) e oggi mi trovo a riflettere per l’ennesima volta sul come incrociare teorie e buone pratiche quotidiane. Il lavoro che faccio ogni giorno è strettamente legato a questi argomenti,eppure non mi sento estraneo a quel rinserramento in se stessi che ho provato a descrivere. Senza la capacità di farmi mediatore reale nello spazio più prossimo a me – il mio quartiere, la mia vita di tutti i giorni, il bar dove faccio colazione –  tutte le parole perdono progressivamente di valore e si trasformano in retorica.

Lunedì pomeriggio io ero uno di quegli adulti che ha preferito fare finta di nulla. Mi dispiace e me ne scuso.

f.

*Immagine di Paul Klee, “Dapprima innalzatosi dal grigiore della notte…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: