trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Tra incudine e martello

In Ponti di vista on aprile 4, 2014 at 1:56 pm

franco-fontana-landscapes-urban-and-rural-01Non credo alle coincidenze, ma quando queste si verificano ne riconosco la potenza simbolica. L’arresto di ventiquattro secessionisti (veneti e lombardi) da un lato, l’approvazione alla Camera della “cosiddetta” abolizione delle Province dall’altro. Il tanko venetista – mix di folklore e follia ideologica – pronto a muoversi verso Piazza S.Marco e il “carrarmato” Renzi che elimina enti locali nel sacro nome della spending review. L’idea balzana di un ritorno alle città-stato teorizzata dai separatisti contro la fretta centralizzatrice che sembra guidare il Governo, sull’onda lunga delle mal sfruttate celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il rancoroso indipendentismo che innalza barriere e rivendica identità esclusive opposto ad una rinnovata retorica nazionale, che sembra non prendere in considerazione le specificità territoriali. Le rinvigorite ambizioni di essere “paroni a casa nostra!” rintuzzate dallo Stato che – sculacciati i suoi enti periferici, spendaccioni e inutili per definizione (!!!) – cerca di riportare a sé l’intera sovranità.

Nel mezzo, “tra incudine e martello” – come bene ha spiegato Massimo Cacciari nell’interessante intervista a Le invasioni barbariche – rimangono il dibattito sulla prospettiva federalista (non nuovo e neppure troppo vitale) e tutti coloro che ostinatamente attorno a questi temi continuano a riflettere, non accettando tanto la semplificazione localista/identitaria quanto l’indispensabile e innegabile  primato dello Stato-nazione. E’ tra l’incudine e il martello di questa stagione sospesa e contraddittoria che si possono trovare le chiavi di lettura giuste per immaginare un’architettura istituzionale che sappia coniugare il più stretto ambito di prossimità – la comunità, le sue esigenze e complessità – con le sfide delle interdipendenze sovranazionali, in Europa almeno, ma certamente molto più in là.

Ora, possiamo certo soffermarci sulla rilevanza penale dell’azione che i secessionisti intendeva realizzare, ironizzare sul referendum bufala per l’indipendenza del Veneto o festeggiare la rapidità con cui Matteo Renzi ha “svuotato di competenze” le Province, guardando più al salvadanaio (sempre che un risparmio ci sia davvero…) e al consenso da annuncio qui ed ora, piuttosto che alla descrizione di uno scenario che andasse nella direzione di una vera riforma – una  costituente? – federalista.
Oppure possiamo provare a credere ancora in un modo diverso di intendere il tema dell’autogoverno, di promuovere la responsabilità dei territori, di riavvicinare i cittadini ai luoghi delle scelte e di farli partecipi della riaffermazione del primato della politica nel compito di mettere a confronto e tenere insieme. La posizione tra incudine e martello è di certo la meno comoda e la più rischiosa – tra il debordare di sentimenti rabbiosi ed egoisti dei movimenti separatisti e la proposta uniformatrice di un centralismo sciocco e un poco moralista – ma è certo la più giusta da abitare.  Nel Trentino dell’Autonomia speciale, nel Veneto dell’esperienza di “Liberare e federare” e in qualunque altro angolo d’Italia e d’Europa.

f.

*Immagine di Franco Fontana

 

Annunci
  1. Già all’incontro dello scorso anno per la presentazione del libro di “politica responsabile” mi aveva molto colpito l’idea di una politica locale e sovranazionale: Europea, federale e locale al contempo.
    Credo sarebbe una chiave di lettura molto interessante e ragionavo di applicarla anche nel nostro contesto Veneto. Credo anche che la riforma delle province con la creazione di città metropolitane ed aree vaste potrebbe essere una spinta in questo senso: avvicinando maggiormente le competenze ai territori più direttamente coinvolti, magari anche con strutture “a geometria variabili”….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: