trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Appunti di lettura | 6.

In Ponti di vista on dicembre 13, 2015 at 1:20 am

floriana barbuGiuseppe De Rita | Partiti e sindacati si sono disintegrati e allora si esaltano gli individualismi | Giornale di Sicilia

Qualche tatuaggio lo ho pure io. Se ne vedono tantissimi in giro. De Rita dice che l’aumento esponenziale dei tatuatori è il segnale del venire meno della dimensione collettiva della nostra società, tutta ripiegata sul personale. Certo è che i corpi intermedi non stanno bene e questo influisce sulla qualità generale del contesto politico, sociale e culturale. Da dove ripartire?

Romano ProdiRiformare partiti e sindacati, per costruire la classe dirigente di domani | Prefazione di “Corpi intermedi”, ed.Ancora
Non è solo un problema di classe dirigente, ma di ridefinizione delle coordinate dell’agire politico. Un’azione che richiede tempo e pazienza, e soprattutto inizialmente la voglia di condividere momenti e spazi che diventino davvero comuni. Serve riconoscere e ridare forma al km0 delle relazioni, oggi completamente abbandonato.

Vincenzo Emanuele, Nicola Maggini | Il partito della nazione? Esiste e si chiama M5S | Cise
Il titolo è un po’ forzato, l’analisi dei dati però accurata. Il M5S è partito trasversale, capace di raccogliere dentro di se di tutto. Ha tratti identitari molto generali (alcuni li definirebbero populisti, in un’accezione negativa che non amo) che ne fanno oggi punto di approdo per molteplici sensibilità. In comune questi “diversi” hanno un bagaglio di sentimenti rancorosi, per certi versi vendicativi. La nazione – è un fatto – ne è oggi produttrice instancabile.

Lorenzo Ferrari | La parola dell’anno | Il Post
Un articolo che pone di nuovo l’accento sui confini, veri protagonisti del 2015. Leggerlo aiuta a capire quanto sia necessario oggi un ripensamento dei paradigmi con i quali guardiamo alle articolazione geografiche del mondo e di quanto necessiterebbero di una revisione, o meglio di una rivoluzione. Servono visioni radicali, che sappiano andare oltre gli opportunismi e le sovranità nazionali, evidentemente insufficienti ad affrontare le trasformazioni in atto.

Yves Citton | La crisi dell’avvenire | DoppioZero
Per ritrovare il senso dell’avvenire serve prendersi il tempo per contemplare. “La causa più profonda della crisi dell’avvenire risiede forse nel fatto che trovare – o prendersi – del tempo per la contemplazione è una specie di acrobazia nelle nostre vite perennemente indaffarate. Alle acrobazie astute degli artisti-hacker devono corrispondere le nostre acrobazie di spettatori, barando con il nostro impiego del tempo per districarne l’occasione per un’esperienza di contemplazione. E’ tutta la nostra programmazione capitalista che ci spinge irresistibilmente verso gli affari, in modo da far funzionare automaticamente gli apparecchi allestiti per la nostra corse alla crescita. E’ questo affarismo che mette il nostro avvenire non tanto in crisi, quanto in pericolo. L’acrobazia della contemplazione è una precondizione indispensabile a ogni attivismo che si sforzi di schivare i pericoli dell’affarismo capitalista.”

Luigi Zoja | Dopo Parigi | DoppioZero
Per capire meglio l’Isis attraverso una lettura attenta delle sue caratteristiche fondamentali ma – ovviamente – meno prese in considerazione. “L’ISIS non ha un punto di provenienza in nessun senso. Non proviene dalla vera teologia dell’Islam, ma da una autoproclamazione messianica, che si diffonde in gran parte virtualmente: dal punto di vista del tempo, abita nel futuro. Dal punto di vista dello spazio, abita soprattutto in internet. Ma se non ha una origine, come si fa a identificare la sua radice e a reciderla? Se le sue truppe cedono, dove andranno ricacciate? Il gigantesco esercito che si invoca non ha per obbiettivo un luogo, come avviene nelle spedizioni militari. Del resto, il nemico non è composto di truppe regolari, per i cui prigionieri valgono le convenzioni internazionali di Ginevra. Sono fuorilegge assoluti: nessun luogo del mondo li accetterebbe, in nessun luogo del mondo hanno un ambasciatore o almeno un rappresentante riconosciuto, con cui possono trattare un cessate il fuoco anche milizie non appartenenti a uno stato (sta avvenendo ora con la guerriglia della Colombia). L’ISIS è preistorico – o postmoderno – anche in questo: per il conflitto contro di loro non è previsto un punto di cedimento, né geografico né militare. Bisognerebbe continuare a combatterli finché esistono. E una simile operazione nei libri di storia è chiamata genocidio. L’alleanza militare anti–ISIS che si prepara deve avere un obbiettivo finale: ma non può essere questo.”

Maurizio Pittau | La generazione perduta dei nati in Italia negli anni ’80 e ’90 | Medium
Una visione molto radicale, che prende spunto dalle polemiche delle ultime settimane sui temi del lavoro e delle pensioni. Merita una lettura, anche se non si è d’accordo su tutto. “È un problema di asfissia culturale. I cattivi maestri, e gli pseudo maestri, ci sono sempre stati. Poi però si cresceva e si faceva a pugni con il sapere acquisito dai padri. I giovani di oggi non hanno gli strumenti per farlo, e si appiattiscono sulle idee dei vecchi. Temono l’incertezza, più che in passato, sono terrorizzati dai rischi che il cambiamento porta con sé. Se l’Italia fosse un paese forte, cosciente e solidale si occuperebbe di loro, e quindi del suo stesso futuro. Sempre che non sia troppo tardi. Le generazione dei nati negli anni settanta e ottanta ormai sono perdute, ma forse non è ancora troppo tardi per i nati negli anni novanta e negli anno zero.”

*Immagine di Floriana Barbu.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: