trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Una scuola. Cercare insieme la meraviglia negli spiazzi.

In Ponti di vista on marzo 13, 2019 at 9:39 am

bolle

La scuola deve essere un po’ meglio della società che la circonda, se no che ci sta a fare?
– Franco Lorenzoni, I bambini ci guardano – Sellerio –

Una scuola migliore del mondo che la contiene non per una posa giudicante ma come tendenza vitale al miglioramento del mondo stesso, che oggi scricchiola. Esigenza di ricerca e confronto sul come siamo diventati – come società di cui ognuno di noi fa parte – e sul come potremmo essere. Più attenti ed empatici. Più consapevoli e curiosi. Più cooperativi. Certamente meno soli.

Si tratta di un’idea semplice. Piccola. Poco rumorosa. Un seme. Un innesco. All’apparenza utopica ma in realtà molto concreta. Quanto lo può essere una via diventata spiazzo lastricata con meticolosa precisione e nemmeno un pizzico di fantasia con un’infinità di quadratissimi sampietrini. Quanto lo dovranno essere i corpi che la sapranno riempire. Incontrandosi e riconoscendosi. Parlando e ascoltando. Immaginando e progettando.

Una scuola di comunità – pensata con la comunità – impegnata a definire il programma delle attività, la cadenza degli incontri (una volta al mese? sempre di sabato mattina?) e ulteriori spiazzi da occupare oltre a quello da cui si parte, in via San Martino. Una scuola di Politica, prendendo le mosse dal contesto cittadino dove Politica deve riscoprirsi compagna quotidiana nelle relazioni tra uomini e donne che interpretano il proprio ruolo di cittadini. Una scuola di prossimità, perchè è da vicino che si comincia il viaggio verso il mondo intero, coniugando coraggiosamente il qui con l’altrove. Una scuola aperta e orizzontale, dove ognuno – a modo suo – insegna e impara, secondo l’idea di Colin Ward dell’educazione incidentale. Una scuola autogestita, dentro la quale ognuno contribuisce per quanto può – un euro, qualche sedia, l’energia di due braccia – all’organizzazione. Una scuola popolare, dove il solo filtro all’ingresso è rappresentato dal desiderio di predisporsi alla scoperta e dove l’obiettivo comune è quello di aggiustare gli strumenti – culturali, sociali e politici – necessari a interpretare il passato, orientarsi nelle nebbie del presente e costruire le forme innovative e desiderabili del futuro.
Stare nello spiazzo – prendendo una pausa dal ritmo iperaccellerato delle nostre esistenze, significa dare un’opportunità alla meraviglia, che Jean D’Ormesson, sintetizza in un bellissimo passaggio della sua Guida agli smarriti, un invito che sembra proprio rivolto a noi.

Voi siete qui. Esistete. Noi siamo qui. Esistiamo. Poche storie. E’ una meraviglia. E’ uno stupore. Ma è così. Partecipiamo tutti, senza aver chiesto nulla, a un’evidenza fragile, luminosa e confusa alla quale, a dispetto del male che ci capita di dirle, teniamo più che a ogni altra cosa: la vita.
Per quanto ne sappiamo e almeno fino a oggi, questa vita, che è il nostro bene più prezioso, si svolge su un pianeta privilegiato e banale, minuscola e francamente risibile frazione dell’immenso universo.

Il tempo per l’incontro. Lo spazio per la parola. Da qui prende le mosse l’esperimento formativo che ci piacerebbe condividere con la città di Trento (e non solo).

Aspettiamo impazienti il primo giorno di scuola.

______

Un’ora di scuola per strada.

Cinquanta minuti di lezione una volta al mese in uno spiazzo per riprendere a formarci, informarci e confrontarci.
La prima campanella suona il 23 marzo alle 11 e l’appuntamento è in via San Martino 78 (o alla Bookique, in caso di pioggia).

Il professore che incontreremo per questo primo incontro sarà Marco Revelli, storico, politologo e giornalista. Per le prossime lezioni decidiamo insieme chi ci piacerebbe avere come insegnante.

Vieni? Più siamo meglio è.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: