trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Sulla soglia | 2. Del rumore e del rimettere insieme i pezzi.

In Ponti di vista on novembre 21, 2021 at 10:26 PM

sulla soglia appunti dentro e fuori 

2. Del rumore e del rimettere insieme i pezzi.

Un anno fa io e Beatrice ci ammalavamo di Covid19. Quindici giorni chiusi in casa.
Nessun sintomo evidente se non la perdita del gusto e dell’olfatto nelle settimane successive.
.
A dodici mesi di distanza le cose vanno parzialmente meglio. Certo i contagi tornano ad aumentare – in alcuni contesti anche in maniera preoccupante – ma per il momento l’incrocio tra alta copertura vaccinale e misure di precauzione individuale tengono gli altri indicatori rilevanti da monitorare (il numero delle morti e dei ricoveri in terapia intensiva) a livelli ancora gestibili. [Qui qualche info da Il Post]
.
Tutto attorno – almeno per quanto mi riguarda – si distende un contesto sociale, culturale e umano piuttosto faticoso da interpretare.
.
Da un lato percepisco (anzi, subisco) la presenza di un fastidioso rumore di fondo, costante e appuntito. Non ha a che fare esclusivamente con la qualità sonora dei luoghi che si vivono, ma con la generale difficoltà di trovare e mantenere l’attenzione e la lucidità necessaria per sviluppare buoni ragionamenti e decisioni conseguenti. Come emerge dalle ricerche condotte da Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein il rumore costituisce un importante ostacolo alla possibilità di assumere scelte corrette, tanto ai più alti livelli della governance politica o economica quanto nella quotidianità delle relazioni interpersonali.
.
Strano. Ho sempre adorato il noise.
Ma quella è tutta un’altra storia; fatta di chitarra, basso, batteria e molti amplificatori.
.
Dall’altro lato – sulle molteplici linee di frontiera che nella mia azione politica vorrei saper abitare – sono decine i contesti nei quali bisognerebbe stare con curiosità e coraggio per ricucire rapporti, immaginare possibilità, elaborare progetti. Rimettere insieme i pezzi.


.
Qualche esempio, in forma disordinata ma spero comprensibile.
.
Quindici giorni fa – proprio alla vigilia della Cop26 di Glasgow – mi è capitato di passare due ore intense presso il centro islamico di Gardolo, un quartiere nelle parte nord della città. Per la 20° giornata del dialogo cristiano-islamico il tema scelto era “La custodia della casa comune” e la discussione ha tenuto insieme l’urgenza della conversione ecologica con il bisogno e il desiderio di un più stretto confronto tra comunità differenti che vogliono essere alleate nell’affrontare le grandi sfide del futuro.
.
Una bellissima esperienza, da ripetere e ripetere ancora.
.
Dal fuori al dentro. Nelle prossime sedute di consiglio comunale ci troveremo ad affrontare un paio di temi a me molto cari.
::
Prima un’interrogazione per sapere quale voglia essere la relazione tra il carcere di Trento (spostato dieci anni fa in periferia tra autostrada, campi e capannoni) e la città che lo ospita. E’ dalla cura dei margini e del destino dei marginali che si distinguono le virtù o il degrado di una comunità, la sua capacità di includere o la sua disattenzione nei confronti delle sue parti più fragili.
Mi auguro a breve come consiglieri e consigliere ci sia l’opportunità di visitare la casa circondariale e di iniziare un percorso comune di conoscenza e attivazione cittadina, magari partendo dal recente libro scritto da Amedeo Savoia e pubblicato da Il Margine, “Se li guardi”, raccolta intima di storie di vita nel carcere di Trento tra il 2014 e il 2018.
::
A breve discuteremo poi di Europa sulla base di una mozione a firma multipla che sollecita il Comune di Trento ad attrezzarsi meglio per stare e muoversi nelle dinamiche comunitarie (bandi e progetti, missioni e cooperazione sovranazionale) e noi cittadini e cittadine a partecipare attivamente al miglioramento dell’Unione che – lo vediamo nel suo presentarsi separata ai tavoli sul clima o non intervenire prontamente dentro crisi umanitarie come al confine polacco nelle ultime settimane – è struttura fondamentale ma imperfetta, non ancora completamente riuscita.

__________________

_Buone letture_

*Ecologia della felicità, di Stefano Bartolini – Aboca
[qui la scheda]

_Buoni ascolti_
*Raising Hell, Tom Morello feat. Ben Harper [ascolta]
*Polvere di gesso, Gianmaria Testa [ascolta]

_Prossime priorità sulla soglia_
-> Assemblee cittadine deliberative per il clima [per approfondire]
-> Discussione sul bilancio di previsione 2022 e sul documento unico di programmazione (DUP) 2022-2024

-> Prossimi incontri 
Patrie, incontro con Nichi Vendola [sabato 27 novembre, ore 10.30 – Teatro di Villazzano]
8 secondi + Gli obsoleti, incontro con Lisa Iotti e Jacopo Franchi [sabato 27 novembre, ore 18 – Cafè de la Paix]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: