trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Posts Tagged ‘capitale europea della cultura’

Soundtrack 2013. Ascolti decisamente disattenti…

In Supposte morali on dicembre 27, 2013 at 2:00 PM

cnb7Su sollecitazione dell’amico Sergio Sparano ecco qui una selezione musicale a quattro orecchie per l’anno 2013. La formula scelta è quella di una Top20, dieci pezzi a testa. L’unica possibilità per condividerla? Una conversazione via chat su Facebook, che trovate riportata quasi per intero qui sotto. Spalmata su quasi una settimana e incastrata tra lavoro, viaggi e figli. Non è l’unico collegamento con la tecnologia che possiamo trovare. Si tratta infatti di musica ascoltata prevalentemente (per me quasi interamente) attraverso Spotify o altri servizi di ascolto online. Quest’anno rimarrà famoso – o forse ce ne dimenticheremo già tra qualche mese – anche per questo modo diverso di relazionarci con la musica. Io in dodici mesi non ho acquistato nemmeno un cd, non sono ancora tornato (moda di ritorno) all’ascolto su vinile, ho scaricato molti meno album attraverso BitTorrent. Non ho ancora fatto il salto definitivo al servizio a pagamento di Spotify – una sorta di salto “dalle Marlboro all’eroina, senza passare per le droghe leggere…” [cit.] – , ma mi rendo conto che alla comodità del web corrisponde anche la garanzia di poter accedere ad uno sterminato database, da qualunque luogo e in qualunque momento. Leggi il seguito di questo post »

Bitter sweet symphony…

In Ponti di vista on Maggio 30, 2013 at 10:07 PM
marsPanierMarsiglia, 1 maggio 2013. E’ già passato un mese e la nostalgia cresce. Il primo viaggio all’estero di mia figlia Petra è a Marsiglia, e non sarebbe potuto essere altrimenti. Sono tra quelli che di questa città si sono innamorati, non resistendo al suo fascino multiforme e al suo sapore mediterraneo. Quando percorro i vicoli stretti e ripidi riesco a intravedere la realizzazione imperfetta di quel “vivere per addizione”  che narra meravigliosamente Carmine Abate in alcune sue pagine. Migliaia di viaggiatori che hanno deciso (o sono stati costretti per i più diversi motivi) a fermarsi a Marsiglia, riconoscendola come “terra di confine, percepita come luogo di contatto e non di divisione degli uomini”. La sedimentazione, tutt’altro che lineare e aconflittuale, di 2600 anni di culture – è importante quest’uso del termine al plurale – che si incontrano e insieme costruiscono una comunità ricca e vitale. Non so se si debba parlare di convivenza interculturale, piuttosto che di tolleranza o di un procedere per inerzia ma è certo che dentro Marsiglia più di sessanta etnie compongono un interessante mosaico, per certi versi unico. Nel cuore dell’Europa, non in un singolo quartiere ma in gran parte della città. E’ con questa complessità che MP2013 non riesce a fare i conti. Marsiglia e Marsiglia Capitale Europea della cultura 2013 sono due realtà che faticano ad incontrarsi. La seconda dovrebbe dialogare (ascoltando soprattutto) con la prima mentre invece procede distante, volontariamente distratta rispetto al luogo nel quale è “atterrata”. Leggi il seguito di questo post »