trento|italia|europa|mediterraneo|mondo

Posts Tagged ‘Renzo Piano’

Il quartiere delle Albere

In Ponti di vista on luglio 17, 2014 at 7:54 am

Il quartiere delle Albere compirà tra pochi giorni un anno.
Dentro questo nuovo “pezzo” di città sembrano convivere tre sentimenti molto diversi: la gioia per il successo del MuSe, la curiosità per i possibili utilizzi del parco, i dubbi legati alla reale sostenibilità del progetto immobiliare. E’ strano dover parlare di ri-qualificazione per un quartiere appena costruito, ma sarebbe necessario di fronte al “vuoto” che Le Albere rappresentano oggi nel tessuto urbano cittadino. Tra i palazzi disegnati da Renzo Piano la città di Trento può crescere, oppure rischia di subire un doloroso schiaffo.
E’ pronta Trento – la sua amministrazione, i suoi attori economici e sociali, anche i suoi cittadini – ad affrontare questa sfida, non solo urbanistica?

| Good morning, Trento |
E’ un esperimento di narrazione che nasce dalla voglia di condividere uno sguardo sulla città.
E’ curioso, economico e autoprodotto. Si potrebbe dire indipendente.

| ideazione, riprese, interviste e montaggio |
Federico Zappini

Se l’arte del rammendare diventa un tema…

In Ponti di vista on giugno 18, 2014 at 9:46 PM

NicolasGrenier1Tema d’attualità o in ogni caso saggio breve, preferibilmente in campo socio/economico o storico/politico. Neppure quest’anno – con buona pace di Quasimodo – avrei avuto dubbi di fronte alle tracce dell’esame di maturità. O meglio, questa mattina avrei avuto solo l’imbarazzo della scelta. Riflettere dell’Europa nel secolo sfalsato che va dal 1914 al 2014 sarebbe stata una bella sfida, dovendosi interrogare su decisive differenze e pericolose assonanze. Avrebbe avuto senso anche provare a scrivere del come riuscire a globalizzare la responsabilità e – citando Papa Francesco – la solidarietà, nel tentativo di offrire un futuro al nostro Pianeta e ai suoi abitanti. Non di minor interesse era la traccia che chiedeva di esprimersi sulla dicotomia violenza/non violenza, argomento attualissimo dentro giornate i cui fatti di cronaca sollecitano riflessioni approfondite a proposito della banalità del male (o come la definisce Marco Revelli “malignità del banale”) e perchè no della banalità del bene, l’altro lato – non meno pericoloso – della medaglia dell’animo umano. Non avrei potuto fare a meno però di essere attratto dalla proposta di riflessione attorno alla città, alle sue periferie e all’opera che Renzo Piano ha definito di “rammendo” a cui siamo chiamati, necessaria di fronte alle ferite profonde che il tessuto urbano ha subìto soprattutto nel corso degli ultimi decenni. Leggi il seguito di questo post »

La città si interroga per diventare città

In Ponti di vista on Maggio 14, 2014 at 8:08 am

alexey titarenkoOgni città riceve la sua forma dal deserto a cui si oppone
– Italo Calvino, Le città invisibili –

E’ bene sottolineare una cosa. Stazione Futuro e Udu sono riusciti con il loro “Laboratorio cittadino” in una piccola/grande impresa: hanno portato a confrontarsi sul tema della città e delle sue prospettive future gli attori politici, sociali e culturali presenti sul territori. Certo mancava qualcuno ma per la prima volta – almeno che io ricordi – il tema della gestione dello spazio urbano di Trento è passato attraverso l’attivazione comune delle sue diverse anime e non dentro la classica separazione fatta di contesti d’interesse o competenza totalmente slegati tra loro. Il vigile urbano ha dialogato con lo studente, il barista con il sociologo e il promotore culturale, l’urbanista con il rappresentante dell’amministrazione comunale. Un primo passo importante verso la definizione di quegli Stati generali della città da molti invocati. Certamente uno stimolo concreto per farsi carico delle scelte che riguardano la riqualificazione urbana (e non solo) del capoluogo trentino. Leggi il seguito di questo post »